Cif
Lysoform detersivo igienizzante
Svelto
Coccolino
Algida
Magnum
CarteDor
Cornetto Algida
Viennetta
Cucciolone
Calve
Lysoform
Knorr
Lipton
Te Ati
Axe
Badedas
Clear
Dove
Dove Man Care
Fissan
Glysolid
Sunsilk
Tony&Guy
Mentadent
Zendium
Neutrazero
Tigi

Campaign 2

Extended information Title

This content is provided like a normal blog post attached to the Campaing Information Page. It might also contain images: the best would be if we really create a special post category that is the attached here automatically.

All the following text is meaningless for the purpouse of the site development but shows a kind of template for the post grid.

Le padelle antiaderenti – Queste padelle sono le più delicate. Per non graffiarle, oltre a usare sempre palette in legno, silicone o plastica quando si cucina, bisogna anche sapere come pulirle. Occorre riempirle di acqua caldissima, versarci due cucchiai di bicarbonato e qualche goccia di detersivo. Dopo aver lasciato agire, si può lavarle come d’abitudine, con una spugna morbida.

Le padelle in alluminio e acciaio inox – Per pulire quelle in alluminio si può usare, qualora siano annerite, del latte, facendolo arrivare a ebollizione. Successivamente, acqua calda e spugna morbida. Per l’acciaio ci sono meno accortezze: se lo sporco è ostinato, si possono mettere sul fuoco con acqua e sapone per i piatti fino a ebollizione. Il passo successivo è il classico lavaggio con spugna a due facce, morbida e dura.

Le padelle in ghisa – Sullo sporco ostinato della padella in ghisa si può usare del sale grosso. Bisogna spargerlo sul fondo e strofinare con una spugna. Il sale assorbe le impurità e dopo averlo usato basterà sciacquare con acqua fredda. Se c’è della ruggine, si può strofinare con carta assorbente imbevuta di succo di limone. Alla fine di ogni pulizia, per evitare il riformarsi della ruggine, si unga la superficie con un po’ di olio di oliva.

Il lavoro non è perfetto se anche l’esterno delle padelle presenta delle bruciature. Per far brillare questa parte di solito trascurate, si può usare l’aceto bianco e strofinarlo con una spugna abrasiva di alluminio.

This content is provided like a normal blog post attached to the Campaing Information Page. It might also contain images: the best would be if we really create a special post category that is the attached here automatically.

All the following text is meaningless for the purpouse of the site development but shows a kind of template for the post grid.

Le padelle antiaderenti – Queste padelle sono le più delicate. Per non graffiarle, oltre a usare sempre palette in legno, silicone o plastica quando si cucina, bisogna anche sapere come pulirle. Occorre riempirle di acqua caldissima, versarci due cucchiai di bicarbonato e qualche goccia di detersivo. Dopo aver lasciato agire, si può lavarle come d’abitudine, con una spugna morbida.

This content is provided like a normal blog post attached to the Campaing Information Page. It might also contain images: the best would be if we really create a special post category that is the attached here automatically.

All the following text is meaningless for the purpouse of the site development but shows a kind of template for the post grid.